Marzo 2016

L'idea

Fly Safe! ha iniziato a prendere forma nel settembre 2015. L'idea era nata già nel 2011, dopo il tragico incidente di Falco, elicottero del SUEM di Pieve di Cadore (BL). 

Nel volo cosidetto a bassa quota, esistono una miriade di ostacoli che senza una adeguata preparazione diventano delle vere trappole mortali. Ma a volte la sola preparazione ed esperienza non sono sufficienti a garantire l'incolumità del velicolo e del team a bordo. L'idea era quindi creare qualcosa di utile che ponesse il pilota ed il suo velivolo in condizioni di totale sicurezza.

Siamo convinti di esserici riusciti! Fly Safe! aiuta il pilota durante il volo a visualizzare e capire quali ostacoli circondano il velivolo.  

Sviluppo

Volevamo creare una applicazione unica. Durante lo sviluppo abbiamo incontrato diverse problemi che dovevamo risolvere: mappe, database, gestione. Le mappe dovevano essere aggiornate e, cosa primaria, essere caricate e visualizzate velocemente. Abbiamo risolto utilizzando mappe create con dati vettoriali e non con immagini (come nella maggior parte dei casi). La velocità di caricamento è infinitamente più veloce delle normali mappe e, cosa importantissima, questo metodo permette di apportare modifiche in tempi brevissimi.
Il database, altra grande sfida, doveva essere studiato per garantire velocità nell'intervento. Dovevamo quindi creare un database con tutti i luoghi presenti sul territorio (Provincia di Belluno). Ha cominciato a prendere forma prima dai nomi dei paesi per poi aggiungere montagne, valli, rifugi, bivacchi, sentieri,e tutti quei luoghi che potevano essere utilizzati per creare una destinazione utile. Volevamo poi rendere il tutto gestibile autonomamente dalle diverse aziende. E' nato così un sistema di gestione di mappe e database tale da aggiornare in tempo reale i dati dell'applicazione.